IL RE

VITO

KURT 

    GODEL  

SERRAO G.A.

MOLE'

clicca quì per chattare Le chiese di Polia Polia tra storia e leggenda . Polia nuova. Figure illustri di Polia e del circondario immagini di Polia Laudato ingentia rura , colito parva . Cantami o Diva del pelide Achille l'ira funesta....Le voci  di Polia  nel mondo Per non dimenticare usanze e tradizioni religiose e non La lingua e la sua origine novità a Polia ...  Piatti tipici di Polia e della Calabria e mail, comunicazioni , indirizzi utili
novità a Polia ...

SITO SU VIRGILIO

GRATIS SMS
SSITO SU YAHOO
SITO SU LYCOS.IT

 

 

 

 

  lezione con verifica in lab a seguire  B.P.

DEMULTIPLEXER

ll DEMUX è un circuito che smista su una delle linee di uscita i segnali provenienti da un’unica sorgente ovvero distribuisce i dati d’ingresso fra le varie uscite disponibili. Di sotto, fig.E1, si offre una rappresentazione di principio ; nel seguito si indicano alcuni componenti con relative applicazioni ( gioco di luci , e semaforo )

Mentre il Mux ( lezione precedente ) fa una selezione dei segnali di ingresso inviandone uno verso l 'uscita secondo criteri stabiliti dal componente o dal progettista il  DEMUX espleta una funzione complementare : esso associa ,invia , distribuisce su una delle sue uscite , tramite dei selettori , le informazioni che si presentano in ingresso.Talvolta , anzi quasi sempre , l informazione viene inviata sui selettori e quindi distribuita sulle uscite. Si ha , pertanto , che al variare dei selettori si attiva una uscita , in particolare , ad ogni combinazione dei selettori viene attivata una uscita sempre diversa . 

Di sotto è indicato uno schema di principio.

 

 

La logica che esprime la tabella consiste nell’indicare con S0 ed S1 la posizione dei selettori . Quando S0 ed S1 assumono i valori 0 ,0 il segnale d’ingresso " I " viene collegato all’uscita YA .Con S0 "1" e S1 "0"  l 'ingresso I viene smistato su YB e così per il resto . Se  " I "  non è presente in ingresso , si associa ugualmente ad ogni combinazione dei selettori una ed una sola delle uscite.

I

S0

S1

 

Y

I

0

0

 

YA

I

1

0

 

YB

I

0

1

 

YC

I

1

1

 

YC

Tab. E2.

Si può scrivere :

YA = I S0*S1* ;  YB = I S0S1* ; YC = I S0*S1 ; YD = I S0S1

Da cui si costruisce il circuito in fig.E4

Così come visto per il MUX , anche il DEMUX , di cui si è data una formulazione di principio, si può ampliare con un numero maggiore di uscite , ed arricchire con segnali di controllo anche per una maggiore funzionalità.. Si vedranno , nell’analisi delle schede di laboratorio e nei " data" offerti in appendice, le caratteristiche dei singoli componenti operanti come DEMUX.. In sintesi si può notare

bulletIl circuito presenta una linea d’ingresso n selettori e 2n linee di uscita . Al variare delle combinazioni dei selettori si attiva una delle uscite ( cambia stato rispetto allo stato di stein bay ).
bulletPrendiamo in considerazione il DEMUX 74LS138 ( vedere il data sheet posto in appendice ) . I pin G1 , G2A e G2B hanno la funzione di abilitare il componente al funzionamento ; in particolare G1 deve essere posto al livello H ("attivo alto" ) ; G2A e G2B devono essere posti al livello basso L ( " attivi bassi " ) per attivare il componente; infatti se essi assumono il livello basso, l’uscita della porta and va ad H.
bulletUna di queste due linee, inoltre, può fungere come ingresso dati. Posto G2A Al livello L, dal circuito appare chiaro come tutto dipende da G2B. Su G2B si possono inviare i dati, che, tramite i selettori ( A, B, C, , pin 1, 2 , 3, ), vengono distribuiti sulle uscite ( ( Yi ).
bulletI DEMUX di norma esplicano la funzione anche di DECODERS e viceversa ; i selettori agiscono come le combinazioni d’ingresso nei decoders e su un pin di controllo si inviano i dati da smistare sull’uscita. Si segnala il chip SN 74154 e , per quanto detto, si ricordano i decoders già visti.

continua