IL RE

VITO

KURT 

    GODEL  

SERRAO G.A.

MOLE'

clicca quì per chattare Le chiese di Polia Polia tra storia e leggenda . Polia nuova. Figure illustri di Polia e del circondario immagini di Polia Laudato ingentia rura , colito parva . Cantami o Diva del pelide Achille l'ira funesta....Le voci  di Polia  nel mondo Per non dimenticare usanze e tradizioni religiose e non La lingua e la sua origine novità a Polia ...  Piatti tipici di Polia e della Calabria e mail, comunicazioni , indirizzi utili
novità a Polia ...

SITO SU VIRGILIO

GRATIS SMS
SSITO SU YAHOO
SITO SU LYCOS.IT

 

 

 

 

   

AMORE E NOSTALGIA 

 
  La bella estate , amore nostalgia

 mi attirano a venire qui , in Polia 

ove nacque mia madre e mio papà 

ed anche ogni avo mio tanti anni fa.   

 

Tutto innanzi a me bello appare 

 in questo borgo tra le due fiumare  ,

ma poca gente c'é nel paesetto 

innanzi ad ogni nuovo e vecchio tetto . 

 

A volte, mi annoio e depresso

perché lungi sono benessere  progresso

da questo antico e vecchio paesello   

che sta tra i fiumi Milo e Zungarello .  

  

Più di una casa é semi diroccata

 perché da tempo é stata abbandonata 

 e a chi passa davanti par lo invita 

 di farla ritornar a nuova vita .  

 

Però sfiducia umana la disprezza

perché nessuno ascolta e  apprezza 

chi dice che presto giungerà 

pur qui , bene , progresso e civiltà .

 

Perciò  a chiunque quì tiene radici 

me piccolo poeta scrive e dice : 

 in questo borgo é già tutto è cambiato

 se penso al presente ed al  passato.

   

Per questo ben confermo poesia 

che io vedrò risorgere Polia

 ed anche il borgo antico pien di grotte 

ove io nacqui all'alba di una notte.  

      

Perche il tuo caro padre é quì è nato

ed anche se poi lungi se n'é andato 

nella sua giovinezza e in suo periglio

un albero piantò per te suo figlio .

         

Perciò anche se altrove,or dorme ipace

c'é sempre quell'albero di acacia   

 e la vite aggrappata sul balcone 

che lui piantò con pala e piccone .  

 

Per questo a te mio amico e mio parente

  ti prego con la fede in Dio vivente 

di non disprezzare il borgo mio

dove nacque tuo padre e nacqui  anch'io.

 

Per me quando é nato tu papà 

e qui si andava scalzi ...quà e là! 

  il progresso io lo vedo inborgoantico 

 che avanza , pian piano e ben proficuo

 

 Perciò nella " tua" ..Roma Milano 

ricorda che il poeta "Fossitano"   

nacque in Italia ed Polia 

 e anche per te scrisse la poesia. 

    

L'ha scritta: e col pensiero, anima 

e cuore ogni parola e verso,

 come un fiore   lo offro ai discendenti

di Polia  sparsi negli Usa e nell'Europa mia .

 

ANTONIO FOSSITANO.

 

 
Antonio Parisi, detto " Fossitano " perche' abita nella parte bassa del paese, vive a Genova. Parisi esprime , con un vasto repertorio , la sua vena poetica in liriche scritte in  lingua volgare e no. Ne presentiamo due e ci proponiamo di offrire ulteriori suoi  contributi nei prossimi giorni.   

                          

 

Paese…

PAESE

una voce antica di acque correnti… di volti amati e consueti
un silenzio ora profondo lo avvolge… di giochi di bimbi per strada
notte d’inverno. di un pugno di case…
ammantate di sole…
      di verde
Un rumore di passi furtivi… di fiori e di neve
ritorna la gente semplice e vera…
paese che torni sereno .
da lontani confini…
paese che amo. Paese confine di sogni ed affetti
scrigno di gemme...
Paese che chiami i tuoi figli Paese di case e di cose comuni.
nei giorni di sole
che odori di caldi e soavi profumi Paese di finestre e balconi fioriti
di ricordi… che guardano ai monti
di acacie fiorite eocchieggiano ad un mare laggiù
di tenere viole… profondoedintenso come il ricordo.
che odori di fragranze di pane
di strade e sentieri… Paese che amo …
di chiese… di rintocchi di campane e che sogno ritorni
di canti e preghiere qual era …
di voci e richiami in un tempo remoto e ancestrale.

Marlisa D.

 

 

Marlisa D. , insegnante , nasce  a Polia ove vive  la fanciullezza e la prima giovinezza . Lascia  per lavoro il paese  ma saldo mantiene  il legame con esso e sovente vi  ritorna. Nei suoi versi rivive la Polia delle " acacie fiorite " e delle ginestre che olezzano , degli odori e  " dei passi furtivi " . La  Polia serena e felice della sua fanciullezza.  Auguri.